Frustration

Artisti > Frustration > Intervista

Ciao ragazzi. Presentate il gruppo a chi ancora non vi conosce
 

Ciao a tutti, siamo i Frustration, veniamo dalla regione che non esiste e cerchiamo nel nostro piccolo di spaccare il culo abbracciando diversi generi musicali.
Non ci prefiggiamo limiti di immagine o di sound ma seguiamo l'istinto e percorriamo il momento, cogliendo ispirazione da ciò che ci circonda.

La vostra musica verso che tipi di fan è rivolta?
 

Non ci siamo mai preoccupati di trovare un target per la nostra musica, il nostro genere essendo poco classificabile e abbracciando molte sonorità diverse può attrarre sia metalheads estremi che amanti del rock e derivati. Sicuramente il tutto verrà trattato con la nostra ironia e un mix di stati d’animo in continuo mutamento.

Quali sono le band a cui più vi ispirate in fase compositiva?
 


Tutti noi proveniamo da progetti metal più “estremi”, soprattutto thrash, black e death e crediamo che questa componente si noti nel nostro songwriting.
Ovviamente volevamo creare qualcosa di diverso che ci avrebbe
divertito e permesso di suonare senza limiti di immagine o genere.
Abbiamo quindi aggiunto una buona dose di crust, punk, doom e stoner, con l'intenzione di far nascere un sound diverso e farlo nostro, senza snaturare il nostro background musicale. Non ci siamo ispirati a delle band in particolare, abbiamo provato a fare qualcosa di nostro mescolando un po' tutto ciò che ci piace.

Presto uscirà il vostro nuovo album "The Dead City". Come lo descrivereste a chi non ha ancora ascoltato la vostra musica?
 


Questo lavoro è sicuramente meno estremo del debut album, scommettendo tanto sulla buona riuscita di produzione e mastering. Abbiamo inoltre cercato di tirar fuori un sound che possa identificarlo, sicuramente più eterogeneo rispetto al nostro primo lavoro, che va da momenti più soft e ritmati, a passaggi più veloci e aggressivi.
Di primo impatto, potrebbe sembrare molto stoner/doom, ma ad un secondo ascolto ci si accorge presto che ci sono altre componenti in gioco, con diversi passaggi di buon sano metal old school. Insomma, ci sarà da divertirsi!

Anche i testi ricoprono un ruolo importante in questo disco. Chi se ne occupa e da cosa prende ispirazione?
 


Generalmente Milkman (il bassista) si preoccupa dei testi insieme a Hirpus, ma comunque tutti contribuiscono attivamente al songwriting. Fonte di ispirazione è sicuramente il voler descrivere il disagio e lo stato d'animo dell'uomo nel suo insieme, analizzando e criticando vizi e difetti.

Quale sarà l’argomento principale trattato nel vostro album? 
 

A noi piace analizzare la mente umana a 360°, se nel debut album abbiamo approfondito gli stati d'animo, le paure e la pazzia, in quest'ultimo abbiamo deciso di analizzare più l'ambiente, le regole e la società in cui siamo costretti a vivere.
Un lavoro meno introspettivo ma ugualmente crudo e spietato nel descrivere le situazioni che riguardano un po' tutti noi.

Le grafiche dell’album sono affidate ad un artista in particolare? A cosa vi siete ispirati per realizzarle?
 

No, tutte le grafiche le elaboriamo noi, si parte da un'idea condivisa, successivamente alla realizzazione ci pensa Hirpus (frontman). Normalmente, nel produrre la nostra iconografia, cerchiamo di essere fedeli a ciò che vogliamo comunicare con la musica, dalla scelta dei colori, delle immagini e dei contenuti in generale.

Che progetti avete per il 2021?
 


Pandemia a parte, il nostro desiderio è ricominciare a calcare gli stage, è la cosa che più ci manca, come del resto a tutti gli addetti ai lavori. Puntiamo molto su questo nostro secondo album e il nostro obiettivo sarà raggiungere quante più persone possibile, sperando che la nostra musica e i nostri live possano lasciare il segno.

Due righe per i saluti finali.
 


Grazie Nova Era Records per il supporto e per lo spazio dedicato, seguite sempre i nostri canali per rimanere aggiornati sulle ultime news, abbiamo diverse cose interessanti in programma!

Per il resto... beh che dire... speriamo che il 2021 sarà meno merdoso e pandemico di questo anno che sta per concludersi, abbiamo tutti una gran voglia di rimetterci in gioco, di vivere concerti, di sudare e puzzare di birra.
Noi cercheremo di fare del nostro meglio, voi fate lo stesso!

Extreme
rolling!!