dreamcrawler

Artisti > DreamCrawler > Intervista

Ciao ragazzi. Presentate il gruppo a chi ancora non vi conosce.
 

Ciao a tutti! Noi siamo i Dreamcrawler e siamo una band Symphonic Death Metal nata a Modena alla fine del 2014/inizio 2015.
Il gruppo è composto da sei membri:
Tommaso "Bileygr" Testi (Voce growl e scream) Tiziano "Red"
Campagnoli (voce pulita, chitarra solista, compositore dei brani)
Davide "Bassa" Bassanelli (chitarra ritmica, seconde voci)
Enrico "Ico" di Marco (basso, cori) Alessio "Noctagex"
Marverti (tastiera) Daniele "Dancore" Brancolini (batteria).

La vostra musica verso che tipi di fan è rivolta?
 


Non c'è un vero e proprio "tipo
di fan" a cui miriamo dato che non vogliamo attenerci ai soliti
standard e canoni del Symphonic Death Metal. Cerchiamo di abbracciare
il maggior numero di correnti possibili al fine di ottenere un sound
moderno e particolare ma che sia al tempo stesso omogeneo e
accattivante.

Questa scelta è anche dovuta al
fatto che praticamente ogni componente ascolta genere di metal e
musica differenti.

Quali sono le band a cui più vi ispirate in fase compositiva?
 

Nonostante la band sia nata traendo forti ispirazioni a band come Rhapsody, Cradle of Filth e Nightwish,
nel corso del tempo abbiamo implementato correnti per lo più
metalcore come Bring Me The Horizon, Motionless in White o Ice Nine Kills.

Quali sono le fasi del processo compositivo dei vostri brani?
 

Tiziano è il compositore principale
dei nostri pezzi. Da solo butta giù qualche idea o la struttura
generale di varie canzoni e assieme decidiamo quali di più ci
aggradano e se le reputiamo adatte per far parte di un ipotetico
album.

Dopo aver votato e scartato quelle
non conformi ai nostri standard ognuno da il proprio contributo con
idee o suggerimenti per migliorare ogni singolo brano.

Si passa poi alla fase di
pre-produzione dell'album in studio assieme al nostro produttore (che
per il nostro primo full-lenght è stato Luca Incerti, batterista
della band pop-punk italiana "Why Everyone Left") e si
conclude con la registrazione dello stesso.

Anche i testi ricoprono un ruolo importante nella vostra musica. Chi se ne occupa e da cosa prende ispirazione?
 

L'autore dei testi è Tommaso che ha davvero molto a cuore ciò che scrive.
Ogni canzone narra un piccola parte del racconto che va' a comporre l'intero concept dell'album che registriamo.

È nell'insiemistica del disco che si può dedurre il simbolismo o l'allegoria che Tommaso vuole trasmettere a chi lo ascolta.

Se si rimuove una traccia tutta la struttura della storia crolla e non è più possibile capirne il senso.

Per Tommaso il disco ha due facce:
una è quella di colui che lo scrive e l'altra è quella
dell'ascoltarore che si rispecchia nelle parole che legge.

Per rendere originale il tutto,
Tommaso utilizza un lessico arcaico tipico degli scrittore e poeti
del 1700/1800 inglese (come Byron, Keats, Blake, Coleridge e Shelly) di cui è un grandissimo amante e fautore.

Avete in programma un nuovo album?
Se si quale sarà l’argomento principale trattato?
 

Il nostro album di debutto
intitolato "Oniria" sarebbe dovuto uscire all'inizio del
2020 e sarebbe dovuto essere accompagnato da un tour sponsorizzato da Nova Era Records.

Purtroppo a causa della pandemia
causata dal COVID-19, la sua uscita è stata postipata ai primi mesi
del 2021.

L'album racconta di un mondo onirico
e dei suoi vari piani dimensionali nel quale si cerca perpetuamente
una via di uscita per ritornare alla realtà.

Le grafiche della band sono affidate ad un artista in particolare? A cosa vi ispirate per realizzarle?
 

Il design e le sue grafiche sono state affidate a Giacomo Santini, nostro amico da diversi anni, che ha frequentato la scuola internazionale di comics e disegno presso Reggio.

Assieme a lui abbiamo scelto di ispirarci a copertine di album celebri nell'ambito metal come quelle dei Cradle Of Filth o Avantasia.

Quali sono le vostre esperienze live? Avete qualche data in programma?
 

Abbiamo avuto la possibilitá di suonare svariate volte a Modena e dintorni e nei suoi locali come ad esempio l'MK Live Club di Carpi.
Il concerto di cui andiamo più fieri però rimane quello tenutosi a Novembre 2019 presso il Traffic Live Club di Roma.

Abbiamo intenzione di tornare sul palco all'inizio del 2021 con numerose date live per sponsorizzare l'uscita del nostro album in tutta Italia una volta che la situazione musicale in ambito concerti, sconvolta dal corona virus, sarà tornata alla normalità.

Due righe per i saluti finali.
 

Vi ringraziamo infinitamente per
l'attenzione dedicata alle nostre parole e ringraziamo Nova Era
Records per averci concesso questa intervista.
Non dimenticate di dare un'occhiata
ai nostri social Facebook, Instagram e Youtube ove troverete i nostri
3 singoli, concerti live e il "dietro alle quinte" del
nostro album contenuto nella serie intitolata "L'Anima della
Registrazione"!